Emergency Home è una rete di agenti immobiliari che cerca alloggio per chi è più esposto al Coronavirus: medici, infermieri, OSS, addetti della Protezione civile e delle Forze dell’Ordine.

È un’iniziativa internazionale partita dalla Spagna e che ha trovato risposta celere in tutta Europa e che in Italia è stata abbracciata subito.

Emergencyhome.help si occupa di mettere in contatto professionisti del settore sanitario, addetti della Protezione civile e Forze dell’Ordine con proprietari di immobili in tutta Europa, per offrire una casa libera dal Coronavirus che permetta loro di riposare senza il rischio di contagiare la propria famiglia.

I proprietari di seconde case sfitte, di B&B e strutture ricettive possono quindi mettere a disposizione gratuitamente l’alloggio a questa iniziativa di solidarietà.

Il progetto senza fini di lucro è nato dalla testimonianza di un medico che ha raccontato di essere molto preoccupato anche per il rischio a cui esponeva i propri cari ogni volta che rientrava a casa: gli sarebbe piaciuto potersi isolare in una casa vicina al posto di lavoro ed evitare l’ulteriore stress, dopo l’intensa giornata in ospedale, che il rischio di contagio si estendesse a figli, genitori e conviventi.

Abbiamo fatto qualche domanda a Riccardo Cannella, coordinatore Emergency Home Italia.

bloc.casa.it